Emergenza Coronavirus: il Fondo salva-stati MES dal 2012 ad oggi

Coronavirus: il MES ci salverà dalla crisi economica innescata dalla pandemia Coronavirus?

In piena crisi economica indotta dalla pandemia Coronavirus il MES ovvero il Meccanismo europeo di stabilità è tra gli strumenti di sostegno economico molto discussi in questi giorni.

Tra fautori e oppositori il MES non è di certo una novità dato che la decisione di istituire il meccanismo

“fu presa a livello Ecofin il 9-10 maggio 2010”

e successivamente

“a livello di Consiglio europeo il 25 marzo 2011”.

Il MES ha sostituito sia lo strumento europeo di stabilità finanziaria (FESF) che il meccanismo europeo di stabilizzazione finanziaria (EFSM).

Nel disegno dei firmatati tutti i “salvataggi” degli Stati membri dell’Eurozona sarebbero così stati coperti dal MES, ovvero dal Fondo Salva-Stati, un’organizzazione internazionale a carattere regionale nata come fondo finanziario europeo per la stabilità finanziaria dell’Eurozona (articolo 3).

MES: Quando è avvenuto l’ingresso nell’architettura dell’UE?

Un atto separato, che rettificava l’articolo 136 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE) per autorizzare l’istituzione del MES ai sensi del diritto comunitario, è stato approvato il 23 marzo 2011 dal Parlamento europeo e ratificato dal Consiglio europeo a Bruxelles il 25 marzo 2011.

L’atto che rettificava l’articolo 136 era previsto che entrasse in vigore il 1° gennaio 2013.

Tuttavia, la Repubblica ceca non ha ratificato l’emendamento al TFUE entro il 23 aprile 2013, e ciò ha cagionato un conseguente ritardo nell’entrata in vigore.

Come funziona il MES o Fondo Salva Stati?

Attivo da luglio 2012 con una capacità di oltre 650 miliardi di euro, compresi i fondi residui dal fondo temporaneo europeo, pari a 250-300 miliardi di euro, il MES emette prestiti per assicurare assistenza finanziaria ai paesi in difficoltà e acquista titoli sul mercato primario, ma a condizioni rigorose.

MES e Crisi economica Pandemia Coronavirus

L’Eurogruppo ha firmato un accordo per dare una risposta immediata alla crisi economica innescata dalla recente pandemia Coronavirus.

Il Governo italiano non ha approvato in nessun modo il MES.

Accedere a questa linea di credito del MES richiede alcuni requisiti essenziali: usare il prestito solo e soltanto per finanziare la sanità.

Dunque, si parla di MES senza condizionalità.