Reddito di Emergenza: che cos’è la nuova misura in piena crisi coronavirus?

Crisi Coronavirus: in arrivo ad aprile il Reddito di Emergenza (REM)

In piena crisi e difficoltà economica cagionata dall’emergenza coronavirus il Governo ha deciso di introdurre una misura: il Reddito di Emergenza.

Entro il mese di aprile arriverà il reddito di emergenza che mira a tutelare tutti quei lavoratori che hanno subito una notevole contrazione del fatturato, a causa della crisi economica cagionata Covid-19.

Ad annunciarlo è lo stesso Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, che ha sottolineato la necessità di approntare uno strumento per riconoscere un sostegno economico adeguato a coloro che hanno dovuto sospendere la loro attività.

In fin dei conti, ha replicato il Ministro Gualtieri, ci troviamo in una situazione straordinaria di emergenza sanitaria ed economica.

Reddito di Emergenza nel Decreto Cura Italia: in arrivo ad aprile

In arrivo per il mese di aprile il Reddito di emergenza, che farà parte del Decreto “Cura Italia”.

Lo strumento di sostegno economico avrà una doppia finalità:

  • tutelare i lavoratori sommersi,
  • aumentare l’importo dell’indennità riconosciuta ai lavoratori autonomi (e Liberi Professionisti) nel mese di marzo.

Reddito di Emergenza: come funziona?

Il Reddito di Emergenza, che sarà erogato ad una platea di circa 10 milioni di lavoratori, spetterà a chi un lavoro ce l’ha ma che a causa della crisi cagionata dalla pandemia coronavirus ha dovuto momentaneamente sospendere la propria attività.

Per tutti i lavoratori che sono “rimasti fuori dai 600,00€” è necessario approntare un aiuto economico, un sostegno che verrà erogato con il nuovo reddito di emergenza.

Si tratta di un’indennità universale, efficace e più rapida che differisce dal Reddito di Cittadinanza, che nella maggior parte dei casi spetta a chi è disoccupato.

Reddito di Emergenza: a chi spetta?

Il Reddito di Emergenza è una misura di natura economica che spetta alle seguenti categorie di lavoratori:

  • Partite IVA;
  • Commercianti;
  • lavoratori agricoli;
  • collaboratori dello spettacolo;
  • lavoratori domestici;
  • Co.Co.;
  • irregolari;
  • precari;
  • stagionali;
  • intermittenti.

Inoltre, potranno richiedere il Reddito di Emergenza quei lavoratori che hanno appena finito di percepire la NASpI.