Coronavirus, decedute due persone in Iran: paura tra la popolazione

Il Coronavirus non uccide soltanto in Cina ma anche in altre parti del mondo. Oggi sono morti due soggetti contagiati in Iran.

Coronavirus

L’Iran si iscrive come il 28 esimo paese del mondo in cui il Coronavirus è giunto

Morte due persone in Iran

Due persone risultate positive al Coronavirus, sono decedute oggi in Iran. A comunicarlo è stato Qasim Jan Babaei, il viceministro della Sanità. Da oggi, l’Iran è diventato il 28 esimo paese in cui ci sono stati casi di contagio. I due soggetti sono deceduti nel nosocomio di Qom dove si trovavano in quarantena. Il viceministro della sanità, nel diffondere la notizia, ha specificato che i due soggetti erano molto anziani e carenti dal punto di vista immunitario. Babaei ha sottolineato, inoltre, che il virus in Iran è arrivato in ritardo ma sono state prese tutte le misure del caso.

Fatti grandi passi avanti

Per constrastare il Covid-19 sono stati fatti grandi passi avanti, come ha affermato l’Oms ma bisogna comunque restare all’erta perché è molto presto. Ad affermarlo è stato Richard Brennan, il Direttore per le misure d’urgenza nel Mediterraneo orientale nel corso di una conferenza stampa al Cairo. Lo stesso Brennan, come si legge su Fanpage, ha anche detto di stare in guardia contro le notizie bufala che circolano soprattutto in rete:

“Non ci sono prove che il virus sia stato prodotto in laboratorio o come arma biologica.”

Il Center for Disease Control ha raccolto i dati del virus sottolineando che il focolaio è stata la provincia cinese di Hubei. al di fuori di questa provincia il numero maggiore di casi è stato riscontrato a Singapore (81), in Giappone (74). Bisogna anche evidenziare che il numero di guariti ha superato ieri il numero di contagiati. Un’epidemia che si sta stabilizzando.