Tumore alla cervice: scoperto un vaccino efficace, lo prova un nuovo studio

Una nuova analisi suggerisce che il vaccino potrebbe nel prevenire il tumore alla cervice. Ecco lo studio.

tumore alla cervice
tumore alla cervice

Tumore alla cervice, si può prevenire con la vaccinazione?

In una lettera pubblicata oggi su The Lancet, una nuova analisi suggerisce che il vaccino può prevenire il 97,6% delle infezioni nei otto anni seguenti nelle donne vaccinate.

Inoltre, prevede che vada ad eliminare quasi il rischio di cancro alla cervice nelle donne vaccinate nella prima adolescenza.

Lo studio

Un pezzo di ricerca originale precedentemente pubblicato che analizza i risultati di 65 articoli con dati su circa 60 milioni di persone ha stimato che la vaccinazione ha ridotto l’infezione da HPV nella popolazione target del 70% entro 1-4 anni dalla vaccinazione e dell’83% entro 5-8 anni dalla vaccinazione.

Tuttavia, i ricercatori del King College di Londra considerano l’impatto sulle ragazze vaccinate di 14 paesi e concludono che l’efficacia è del 92% 1-4 anni dopo la vaccinazione e del 99,8% 5-8 anni dopo la vaccinazione.

L’autore principale, Peter Sasieni del King, ha dichiarato: “La nostra analisi rileva che l’efficacia quasi perfetta della vaccinazione contro l’HPV negli studi randomizzati controllati è realizzata in contesti del mondo reale”. 

Questi risultati implicano che l’impatto della vaccinazione contro l’HPV sulla prevenzione del cancro alla cervice sarà persino maggiore di quanto stimato in precedenza“.

Gli autori sperano che ciò influenzerà i responsabili politici ad attuare programmi di vaccinazione contro l’HPV con un’elevata copertura negli adolescenti.

La prevenzione col vaccino

Inoltre, si deve puntare ad assicurare che la produzione globale di vaccini venga aumentata per soddisfare la conseguente domanda.

Il co-autore Jack Cuzick della Queen Mary University di Londra ha commentato:

La nostra analisi sottolinea l’importanza di ottenere un’elevata copertura vaccinale“.

E aggiunge: “I professionisti della salute pubblica nel Regno Unito possono essere giustamente orgogliosi dell’altissima copertura raggiunta da cui dovremmo vedere quasi l’eliminazione della cervicale cancro nelle giovani donne nei prossimi 15 anni“.

Purtroppo, paesi come la Francia in cui solo il 20% circa delle ragazze sono state vaccinate a causa della diffidenza diffusa verso il vaccino non lo faranno“.