Quanto costa l’asilo nido in Italia: tra bonus e nuova manovra 2020

Caro asilo nido: quanto costa la retta per iscrivere e mantenere il proprio figlio?

Nonostante il Bonus Asilo Nido e le novità in vista per l’anno 2020, iscrivere e mantenere il proprio bambino all’asilo nido pubblico o privato ha un costo non trascurabile.

Da una media calcolata a livello nazionale le famiglie italiane spendono 303 euro al mese.

Andando ad analizzare più in dettaglio l’ammontare delle rette a livello regionale scopriamo che il Molise è la regione più conveniente con 169 euro a famiglia, mentre il Trentino Alto Adige è la regione più cara in assolto, con 472 euro a nucleo familiare.

Pochi posti disponibili e disuguaglianza economica tra Nord e Sud Italia

Analizzando i dati dell’Osservatorio Prezzi e Tariffe di Cittadinanzattiva, possiamo facilmente notare che le rette asilo nido sono molto più esose al Nord, ma i posti disponibili sono maggiori nelle strutture.

Analizzando la situazione nel Meridione italiano possiamo dedurre che le rette asilo nido sono più economiche, ma i posti per iscrivere i propri figli sono pochissimi.

Le stime parlano, addirittura, di un posto su 5. A livello nazionale su 1.420.000 bambini aventi diritti all’asilo, poco più di 320.000 riescono ad accedere in una struttura pubblica/privata.

Bonus 2020: quali sono le novità?

Come avevamo già argomentato in un precedente articolo dedicato al Bonus Asilo Nido 2020, per il prossimo anno, ogni famiglia italiana potrà beneficiare di interessanti agevolazioni.

Infatti, oltre a rendere permanente l’importo minimo dell’agevolazione, pari a 1.500 euro – così come previsto dal corrente anno 2019 – la Legge di Bilancio 2020 introduce rilevanti novità in merito al calcolo dell’importo riconosciuto.

Ecco le tre fasce ISEE in base alle quali la Legge di Bilancio rimodula l’importo totale del contributo per l’iscrizione all’Asilo Nido:

  • fino a 3.000 euro per le famiglie con ISEE fino a 20.000 euro;
  • fino a 2.500 euro per le famiglie con ISEE da 25.001 euro a 40.000 euro;
  • fino a 1.500 euro per le famiglie con ISEE da 40.001 euro in su.