Sanità, il ticket si pagherà in base al reddito e nucleo familiare: ecco cosa cambierà

Sanità e ticket sono due argomenti molto particolari e in questi giorni una novità potrebbe cambiare il corso di molte cose. Ecco gli aggiornamenti

Sanità
Sanità ticket

Per la sanità il ticket verrà pagato in base al reddito familiare e al numero che compone il nucleo familiare. Un nuova proposta che fa discutere

La nuova proposta sul ticket sanitario

Secondo la nuova proposta del ddl di riordino della materia dei ticket sanitari, il ministro della Salute – Roberto Speranza – lancia una nuova idea:

“si intende garantire una maggiore equità nell’accesso ai cittadini all’assistenza sanitaria”

In poche parole i ticket saranno fissati in base a dei criteri precisi che si basano sul reddito percepito e nucleo familiare – come indicato sulla bozza del provvedimento.

Si tratta quindi di prestazioni sanitarie erogate che vanno ad escludere la partecipazione alla spesa per i soggetti speciali, per esempio privi di reddito. La disciplina della partecipazione mette in rilievo le malattie croniche, invalidanti, rare o la classificazione in categorie protette.

Tutto questo viene fatto al fine di rendere equo il regime di partecipazione:

“entro il 31 marzo 2020, sono individuate nuove quote di compartecipazione per tali pretazioni – in modo da assicurare l’invarianza di gettito totale”

Ma come funzionerà il nuovo ticket?

La prima bozza del ddl  – riportata da Ansa – prevede che il costo del Ticket dovrà essere stabilito in base al costo delle prestazioni nonché a quello del reddito familiare prodotto dal nucleo familiare fiscale – valutando anche il numero dei componenti.

Ci sarà anche un importo come limite massimo annuale di spesa – il quale assistito raggiunto tale importo sarà esentato dal partecipare alla spesa sanitaria.