‘La paura di restare malato a letto’ Maurizio Costanzo per l’eutanasia: il conduttore favorevole alla morte volontaria in Italia

Maurizio Costanzo chiede l’approvazione della legge sull’eutanasia e rivela cosa pensa della morte. Ecco cosa ha dichiarato

Maurizio Costanzo
Maurizio Costanzo

Il conduttore Re della tv Italiana Maurizio Costanzo lancia un appello ai politici e parla delle sue paure riguardo al tema della morte.

Maurizio Costanzo fa un appello per l’Eutanasia

In occasione dell’attesa sentenza prevista il 24 settembre della Corte Costituzionale che dovrà decidere sulle accuse di aiuto al suicidio di Dj Fabo per Marco Cappato, l’opinione pubblica è tornata ad occuparsi dello spinoso tema dell’eutanasia.

Anche molti personaggi dello spettacolo sono scesi in campo per sostenere l’importanza di una legge che tuteli il diritto alla scelta del fine vita.

Tra questi anche Maurizio Costanzo, il più apprezzato conduttore e Re indiscusso della Tv italiana ha voluto dire la sua.

Costanzo si è così rivolto in un video messaggio direttamente alle forze politiche del nostro Paese parlando della grande manifestazione tenutasi a Roma il 19 settembre dall’ Associazione Luca Coscioni a cui hanno partecipato moltissime persone tra cui  volti noti come Luca Barbarossa, Roy Paci, Nina Zilli, i Negrita, Giuliio Golia, Neri Marcorè e molti altri.

“Io sono per l’eutanasia da sempre, da quando avevo 20 anni”

“Mi rivolgo ai capi di partito, da sei anni tengono ferma in Parlamento la legge che serve a rendere l’eutanasia legale.
Ricordatelo quando andate a votare”

Costanzo è molto chiaro dunque su quello che considera un diritto importante per tutti.

Le parole di Costanzo sulla morte “mi fa paura solo una cosa”

Negli anni, Maurizio Costanzo che ha spento il 28 agosto 81 candeline , si è confidato su quello che è l’inevitabile appuntamento a cui tutti vanno incontro.

E’ sincero Costanzo quando al settimanale CHI rivela di non avere troppa paura della morte:

“Mi fa curiosità. L’unica cosa che mi disturba è dover lasciare Maria, i miei figli e i miei nipoti.”

Maria De Filippi,conosciuta nel 1989 dopo la fine della relazione con la sua terza moglie Marta Flavi, è diventata sua moglie nel 1995 per la vita e la sua migliore amica.

Il pensiero di Maurizio vola infatti a lei,ai suoi figli Gabriele preso in affido con Maria quando aveva 10 anni, Camilla e Saverio figli della prima moglie Lori Sammartino  e ai suoi adorati nipotini.

Costanzo afferma inoltre  in un’intervista a Grazia di qualche anno fa  che più che la morte in sé quello che lo spaventa è la possibilità di essere costretto in un letto da una malattia invalidante.

“Non temo di morire, ma di restare per tanto tempo malato in un letto”.

E da questo si capisce perché il conduttore sia così favorevole al concetto di eutanasia tanto da sperare in una legge che ne permetta la scelta legale..

Infine sempre a CHI Maurizio confida il suo più grande desiderio:

“Vorrei essere ricordato come uno che ha sempre cercato di fare e che ha provato, soprattutto, a vivere”