Unione Europea, accordo comunitario per la ripartizione dei migranti

Svolta dell’Unione Europea sulla ripartizione dei migranti, dove si sta per attuare un accordo così da non rischiare il collasso totale. Ecco gli aggiornamenti sulla questione

Unione Europea
Unione Europea

L’accordo comunitario della Unione Europea è verso la svolta, con la determinazione di ripartizione dei migranti che arrivano sulla nostra penisola.

L’accordo per la ripartizione dei migranti

Horst Seehofer ha confermato che dovrebbe partire presto un accordo sulla ripartizione equa dei migranti, che sbarcano in Italia al fine di evitare lunghe attese e giornate interminabili in mare.

A riportare la notizia è il quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung, con una ripartizione con la Francia al 50% (25% Germania – 25% Francia).

Secondo il ministro dell’Interno tedesco se tutto rimane come discusso, non ci sarebbero problemi di sorta per una divisione al 25% con la Francia:

“possiamo occuparci del 25% di coloro che sono stati salvati dall’angoscia. non permettiamo a nessuno di annegare”

Il Ministro sottolinea inoltre che non cambierà nulla e ricorda che solo negli ultimi mesi sono arrivati in Germania, un numero come 561 migranti, precedentemente salvati e portati in Italia.

L’incontro dei ministri dell’Interno

Il 23 settembre è previsto un incontro tra tutti i ministri dell’Interno Ue, così che Italia – Germania e Francia possano fissare delle quote nette per la ripartizione. Quello che i tre Paesi si aspettano è che anche gli altri Paesi membri possano aggregarsi a questa intesa, così da avere una ripartizione ancora più equa.

Il Ministro ha poi voluto anche mettere in luce, che non ci sono Paesi nordafricani che sono disponibili alla sua attuazione di una proposta fatta:

“di esame del diritto di asilo dei migranti sulla sponda del mediterraneo”