Madre ‘vende’ la figlia di 5 anni al poliziotto orco: “Vuoi violentarla?”

Una madre offre letteralmente la figlia ad un poliziotto: ‘Mia figlia ha 5 anni. Vuoi Violentarla?’. I dettagli sull’agghiacciante scambio di messaggi tra la madre della piccola e l’agente di polizia

Madre 'vende la figlia di 5 anni' a un poliziotto orco: "vuoi violentarla?"L’agghiacciante epilogo è accaduto nello Stato del New Jersey, dove un poliziotto è stato accusato di aver conseguito uno scambio di messaggi e immagini esplicite raffiguranti una bambina di 5 anni, e di averla ‘incontrata’ in accordo con la madre, intermediaria dello ‘scambio’.

L’agente di polizia alla madre della piccola vittima: “Hai qualche foto? voglio vedere se..”

L’agente di polizia, Jeffrey Reitz di 47 anni, è stato arrestato lo scorso giovedì in seguito a delle indagini da parte degli investigatori della Contea che lo hanno scoperto in possesso di materiale esplicito ritraente bambini in pose osè, o dettagli di genitali, oltre ad una serie di email tra l’accusato e la madre della piccola vittima.

Secondo quanto riportato dai media locali, il poliziotto all’interno delle email, risalenti al Dicembre del 2014, avrebbe chiesto alla donna se questa avesse delle foto in cui la piccola apparisse nuda, affinchè a suo dire, potesse capire se lo ‘eccitassero’ o meno.

La donna di tutta risposta avrebbe prontamente inviato il materiale all’agente, il quale avrebbe replicato con un unica parola: ‘Bella’.

Tra le email successive si evince inoltre, che la donna abbia organizzato anche un”incontro’ tra l’uomo e la piccola, dopo il quale sarebbero continuati gli scambi di foto e altro materiale esplicito.

L’avvocato dell’Agente Jeffrey Reitz, ha negato indissolubilmente, le accuse mosse nei riguardi del suo assistito affermando che:

“Jeffrey Reitz non è colpevole. Ci appelleremo contro il suo licenziamento. Vogliamo il suo ripristino in servizio”

L’uomo che è attualmente detenuto presso il Centro di correzione della contea di Salem, è in attesa della sentenza, che lo dichiarerà o meno colpevole. Nel caso in cui si concretizzi si risolverà in 5 anni di carcere e una salata multa di 15’000 dollari.