Home News 1.000 euro di detrazioni per chi ha un cane: a chi spettano...

1.000 euro di detrazioni per chi ha un cane: a chi spettano i benefici

CONDIVIDI

Agenzia delle Entrate offre notevoli agevolazioni per il mantenimento del proprio cane.

cane con banconote euro – www.lettoquotidiano.it

Sono previste detrazioni fiscali sulle spese veterinarie sostenute, basterà inoltrare una richiesta all’ Agenzia dell’Entrate.

Come accogliere un animale in casa

Accogliere un cane in casa riempie di gioia. Affinché il nostro rapporto sia lungo e felice, ci adoperiamo nel prendere tutte le precauzioni possibili.

Iniziando dal tipo di razza, se siamo orientati in tal senso, alla presentazione agli altri membri della famiglia. Il resto verrà da se, basterà dotarsi di un po’ di pazienza e tanto tanto amore.

La scelta del nostro nuovo componente della famiglia non deve essere presa alla leggera, perché con molta probabilità ci accompagnerà per almeno 10 anni.

Molta importanza rivestono gli acquisti dell’attrezzatura di base, oggetti come: cuccia, guinzaglio, collare, accessori per il trasporto, ciotola, spazzola, giochi, tutti a misura di ‘cane’.

Inoltre dovremo occuparci di mettere in sicurezza la nostra casa. E’ risaputo che avere un cane da dei benefici fisici, ci costringe a muoverci, a uscire per portarlo a spasso. Senza considerare che ci sono anche numerosi benefici psicologici e soprattutto per i bambini.

Diversi studi hanno dimostrato che il fatto di avere un animale facilita il contatto e l’interazione con gli altri nei bambini piccoli.

Il cane è una forza portante per la comunicazione, la socializzazione e l’integrazione sociale. Permette ai bambini di aprirsi agli altri. I nostri animali domestici non svolgono solo ruolo di “compagnia”, ma con il tempo si è appreso come rivestano una funzione importante di sostegno nei confronti dei loro padroni.

I cani da Pet therapy, possono aiutare i bambini affetti da autismo nel migliorare le loro abilità di comunicazione, mentre i cani guida rivestono un ruolo basilare nella vita dei non vedenti.

Detrazioni fiscali di 1000 euro

Il periodo storico che stiamo vivendo è senza precedenti, affrontare spese extra, ma anche di routine come lo è portare il nostro amico a far visita dal veterinario, per alcuni una preoccupazione economica in più.

Grazie alla circolare n. 19/E dell’Agenzia delle Entrate possiamo ottenere notevoli agevolazioni se abbiamo in casa un cane.

Ovviamente esistono delle limitazioni, cerchiamo di comprendere a chi spettano tali agevolazioni e contributi.

L’Agenzia delle Entrate ha predisposto due tipologie di agevolazioni a favore di chi desidera acquistare un cane guida.

Va da se che, acquistare un cane guida è quasi indispensabile ad un non vedente, non solo per il lato affettivo, ma come aiuto nello svolgere attività quotidiane, come uscire a fare la spesa.

Per questo motivo la prima detrazione IRPEF del 19% è relativa alla spesa a cui si va incontro per l’acquisto dell’animale. Si potrà beneficiare di questa agevolazione una volta ogni quattro anni, tempo che può ridursi in caso di smarrimento del cane o se lo stesso è deceduto.

La cecità è un handicap piuttosto grave, condiziona la vita del non vedente, tuttavia la detrazione è fruibile anche dal familiare che lo assiste e che di conseguenza si occupa dell’acquisto del cane.

La seconda detrazione del valore di 1000 euro, riguarda tutte le spese che sono sostenute per il mantenimento del cane.

In sostanza da la possibilità di detrarre tutti costi riguardanti: i farmaci, le visite veterinarie ed anche gli alimenti, e questo senza dover documentare le spese fatte. Una detrazione che non può essere goduta dal familiare che ha fiscalmente a carico la persona disabile.